Scendendo la via di S. Martino, oltre la chiesa e il borgo, si trova villa Torrigiani, costruita dopo il 1544 da Raffaello di Luca Torrigiani e la famiglia ne mantenne il possesso fino al secondo dopoguerra, quando la cedettero alla famiglia Zingone.
L’ingresso principale non è sulla strada, ma verso il giardino; rispetto ad esso il piano terreno risulta rialzato su due gradinate. A questo piano si trova una loggia, poi trasformata n galleria,. La villa è caratterizzata da un cortile interno a pianta quadrata e da un’ampia terrazza che forma un giardino pensile da cui lo sguardo corre cu Firenze e la piana di Settimo.