Concorso letterario “Giovani: un piede nel passato e lo sguardo aperto nel futuro”

Premiazione

Quando si dice: “non tutto il male vien per nuocere”

Mercoledì 29 aprile alle ore 10 nell’auditorium Martini della biblioteca di Scandicci si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso letterario indetto dalla Pro Loco per le scuole medie e superiori del Comune.

Direte: che c’entra il titolo di questo report con la premiazione? Se avrete la pazienza di leggere, lo scoprirete.

Un’improvvisa defezione di un membro della giuria e un involontario ritardo di un altro membro della medesima hanno messo in difficoltà gli organizzatori del premio.

Ma… Questo ha dato una svolta assolutamtente positiva alla mattinata. Abbiamo deciso di partire dalla fine, evangelicamente abbiamo dato spazio agli “ultimi”

Al premio avevano partecipato con grande entusiasmo 4 classi della scuola media Spinelli, 2 classi del liceo artistico Alberti, una dell’Istituto professionale Sassetti Peruzzi ed uno studente dell’Istituto Russel Newton.

Ovviamente non potevano vincere tutti.

Mantenendo la suspence sul nome dei vincitori, abbiamo dato spazio a tutti gli altri, che hanno letto, spiegato i loro lavori, abbiamo anche ascoltato la composizione musicale originale di Gabriele Toia, unico partecipante per la sezione musicale. E potuto apprezzare la performance di Filippo, studente del liceo Alberti che ha letto la sua poesia, emozionando per l’intensità dell’interpretazione.

Il tutto ha creato un’atmosfera di grande gioia, di grande attezione, veramente in quei momenti nessuno ha più pensato a chi aveva vinto. Tutti stavano vincendo, potendo avere uno spazio tutto per loro, per tutti.

Quando infine la presidente della giuria che doveva designare i vincitori, nientepopodimenoche la poetessa Caterina Trombetti, è giunta, ha trovato un’atmosfera carica e non c’è stata nessuna delusione alla proclamazione dei nomi dei vincitori.

Qualche insegnante si è pure commossa, di fronte a un riconoscimento assolutamente inatteso al proprio lavoro e a quello dello studente premiato.

Adesso credo che debba dare un taglio più serio a questo report, indicando i nomi dei vincitori e le motivazioni del premo che, ricordo, non è qualcosa di virtuale, ma molto concreto: 100€ al vincitore di ogni sezione.

Con le scuole ci siamo dati appuntamento al prossimo anno, con un nuovo titolo, ma con lo stesso entusiasmo

Sezione poesia: Vincitore Amin Kerchoun classe 2^ A scuola media Spinelli

Il componimento è espressione dell’essenza del linguaggio poetico: dare voce in

profondità ad emozioni attraverso metafore e immagini originali, sintetiche , ma efficaci in

cui ciascuno può riconoscere parte del proprio vissuto

Sezione grafica: vincitrice Gulia Salvini 2^ C scuola media Spinelli

Per la tecnica scompositiva che, attraverso l’uso del colore, fa intravedere profili di

giovani che rincorrono al di là dei confini dello spazio, producedo nell’osservatore

emozioni positive e di speranza per il futuro personale e sociale

Sezione componimento scritto: vincitrice Mathilde Patrissi 2^ A scuola media Spinelli

Per la capacità di stabilire una continuità tra passato e futuro e, pur nella negatività delle

vicende accennate, con una contaminazione di linguaggi, sostenere la certezza della

speranza, della fiducia nella possibilità di cambiare le sorti dell’esistenza.

Menzione speciale per lo studente Christian Mattioli della classe 2 A perchè ha saputo

comunicare le sue emozioni in modo sintetico ed efficace

 Premio fedeltà al Liceo Artistico Alberti che, con la sua presenza costante e la qualità dei

suoi lavori, ha contribuito a dare dignità a questo concorso letterario che ormai è

diventato un appuntamento annuale costante nella programmazione degli Istituti scolastici

del Comune di Scandicci.

Fra tutti i lavori presentati si segnalano quelli dei seguenti studenti per l’attinenza al tema

del concorso e per la qualità dei disegni realizzati:

Manuel Gattai: Il tempo vola, vola leggero

Elisa Toniutti: Vengo dal passato, ma guardo al futuro

Irene Ancillotti: Il mio tempo è altrove, nella fantasia

Lorena Raspanti

Presidente della Pro Loco S. Vincenzo a Torri Colline Scandiccesi

About author